"...a determinare il valore che un libro può avere per me, non ha alcun rilievo che sia famoso o di moda. I libri non ci sono perché per un certo tempo tutti li leggano e li dimentichino come una notizia di sport o di cronaca nera: i libri vogliono essere goduti e amati con calma e serenità..."

Hermann Hesse

.
.
Appello ai naviganti!
.
Questo angolo di bosco del web, è aperto alla collaborazione Seria e Costante con disegnatori, registi e quanti vogliono usare le mie storie come soggetti per la loro creatività. L'unione fa la forza, al momento non prometto denari - non ci sono neanche per il sottoscritto - ma tanta gloria!

.


sabato 13 ottobre 2012

"Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma"

(2010)



Nel 689 d.C. alla morte dell'imperatore, la reggente Wu Zetian dopo sette anni sta per essere incoronata prima imperatrice donna della Cina. Per l'occasione si stanno ultimando i lavori di costruzione di un'imponente statua alta 220 metri, raffigurante un Budda con le sembianze dell'imperatrice, ma nella corte c'è chi trama e la ritiene un'usurpatrice, inoltre si verificano due strane e terribili morti: le vittime bruciano letteralmente da dentro, una sorta di inspiegabile autocombustione.
Per mettere a tacere antiche superstizioni e complotti prima della cerimonia ufficiale, l'imperatrice fa liberare dalle prigioni Dee che sette anni prima aveva guidato una rivolta proprio contro di lei, ora dovrà risolvere il caso della fiamma fantasma.

Guardando questo moderno film di cappa e spada, ennesimo di una serie proveniente dall'Oriente, non c'è da stupirsi che chi ne capisce di cinema, come Quentin Tarantino, ne sia un fan entusiasta.
Infatti la Huayi Brothers Produzioni non ha niente da invidiare alle scenografie grandiose o agli ottimi effetti speciali di un blockbuster qualunque di Hollywood, a ciò si unisce l'efficace regia di un Tsui Hark che si esalta nei celebri combattimenti acrobatici con la spada tipici di queste pellicole e un tocco di giallo con l'indagine in piena regola condotta dal detective Dee, novello Sherlock Holmes per acume nello svelare il colpevole, per un film assolutamente godibile.

Purtroppo questa interessante cinematografia proveniente da Paesi come Giappone, Cina, Corea e Thailandia, soprattutto di genere azione e fantastico, è scarsamente programmata dalla televisione nostrana, per fortuna la lungimirante Rai 4 provvede con il ciclo "Missione Estremo Oriente" ogni martedì in prima serata a colmare la lacuna e nella lista di pellicole compaiono anche alcune prime visioni, quindi da non perdere.



           Il nostro detective esamina i resti di una vittima

Nessun commento: